Home »Interventi di chirurgia plastica ed estetica per la donna » Mentoplastica per la donna

Mentoplastica per la donna

Procedura chirurgica per aumentare o ridurre la sporgenza ed il volume del mento

  1. Introduzione, problemi comuni e soluzioni
assets/chirurgia_estetica_w/_resampled/c282_280-Mentoplastica2.jpg

Introduzione, problemi comuni e soluzioni

Problemi comuni

Un mento sproporzionato, troppo o troppo poco pronunciato, può creare molti disagi, perché è in grado di stravolgere le proporzioni e l'armonia di un volto. Un mento importante, nell'immaginario collettivo, viene associato ad una mancanza di raffinatezza, mentre un mento sfuggente viene associato ad una persona passiva, con poco carattere. In ogni modo un mento sproporzionato può storpiare la propria immagine generale, rendendola simile ad una caricatura.

Correggere questi difetti può rappresentare un gran salto in avanti per quanto riguarda l'autostima e la sicurezza di sé. La mentoplastica, un intervento minore e poco invasivo dal punto di vista della tecnica chirurgica, può avere un effetto grandioso sull'armonia estetica di un volto e viene spesso associato ad un intervento di rinoplastica.

Soluzioni

Tramite la mentoplastica riduttiva si può correggere l'eccessiva sporgenza ossea e osseo-muscolare del mento, intervenendo dall'interno della bocca con un'incisione nella parte bassa della gengiva. Da qui si procede all'asportazione della massa ossea in eccesso ed eventualmente di porzioni del massetere.

Con la mentoplastica additiva si procede in senso opposto, inserendo una protesi di silicone solido, di Goretex® o di Medpor®, dalle proporzioni desiderate nella zona del mento. L'operazione è reversibile, a differenza della mentoplastica riduttiva.

I due diversi interventi di mentoplastica vengono spesso associati con altri interventi che interessano il volto, come la blefaroplastica, il lifting facciale o frontale, la già citata rinoplastica e altri interventi di chirurgia estetica.

 



  1. Introduzione, problemi comuni e soluzioni